collegare ecommerce a gestionale

Come collegare l’e-commerce al gestionale

Come collegare l’e-commerce al gestionale.
Qualsiasi sia la tipologia di e-commerce che si possiede, WooCommerce, Magento, Shopify o soluzione personalizzata, al momento di collegare il proprio sito al gestionale, è possibile incontrare una serie di problemi tecnici.
In questo articolo spiegheremo i concetti generali che proprietario della piattaforma e digital project manager devono tenere in considerazione prima di collegare l’e-commerce al gestionale.
Quando parliamo di sviluppo informatico dobbiamo pensare sempre in termini di “informazione”. Anzitutto è bene avere chiaro di quanti flussi di informazioni si vuole disporre.

 

FLUSSO IN ENTRATA

Questo è il caso in cui le informazioni vengono inviate dal gestionale all’e-commerce. Il contrario non è praticamente mai richiesto generalmente, perché è sempre il gestionale ad avere tutte le informazioni.

 

FLUSSO A DUE VIE

In questo caso naturalmente, il gestionale invia informazioni all’e-commerce e viceversa. Pertanto si eseguirà sul gestionale dell’azienda la gestione delle vendite.

 

FLUSSO VERSO L’E-COMMERCE

Occorre avere ben chiaro sin da subito, quali siano le informazioni che vogliamo siano scambiate tra l’e-commerce e il gestionale. Al riguardo è bene consegnare agli sviluppatori sin da subito una documentazione tecnica. Tale documentazione non è altro che un pdf al cui interno abbiamo scritto nel modo più schematico e dettagliato possibile, le informazioni che ci aspettiamo che siano trasferite.
Generalmente le informazioni che si richiede vengano trasferite sono di due tipi. Il primo tipo riguarda i prodotti già presenti nell’e-commerce, e quindi prevede solo un aggiornamento delle quantità dei prodotti.
Il secondo tipo riguarda i prodotti non presenti nell’e-commerce. In questo caso generalmente si richiede di passare almeno le informazioni principali del prodotto, come ad esempio: nome, prezzo, stock quantity, sku, attributi prodotto principali e url immagine.
E’ bene inoltre indicare nel documento tecnico anche la frequenza di tali aggiornamenti che per best practice avviene nelle ore notturne o comunque con poco traffico sul sito.

 

FLUSSO VERSO IL GESTIONALE

Tale flusso di informazioni va dall’e-commerce al gestionale e generalmente riguarda solo l’evento vendita e fattura.
L’e-commerce invierà quindi le informazioni attinenti la vendita, come ad esempio: indirizzo di consegna, di fatturazione e prodotti acquistati.
Generalmente è il gestionale stesso a ridurre la quantity dello stock in magazzino, pertanto non occorre anche una sincronizzazione sulle quantity prodotto in questo caso.

 

COME ESEGUIRE IL COLLEGAMENTO

Se si usano i più famosi CMS come WooCommerce e Magento, è possibile che il gestionale preveda un modulo di integrazione da installare sull’e-commerce, che comunque andrà settato, modificato e testato.
Altrimenti è possibile che il gestionale preveda un database intermediario, sul quale l’e-commerce può leggere e scrivere le informazioni.

 

CONCLUSIONI

Pertanto, alla luce di quanto abbiamo visto, è fondamentale predisporre una documentazione tecnica per gli sviluppatori e avere ben chiare le informazioni e i flussi che si scambieranno e-commerce e gestionale.
Per ogni domanda non esitate a chiederci una consulenza gratuita tramite pagina contatti.

Stefano MeloniBy Stefano MeloniOttobre 5, 2021