audit magento 2

Audit di e-commerce in Magento 2

Vediamo in questo articolo come e perchè eseguire un audit di un e-commerce Magento 2.
Gli e-commerce sviluppati in Magento 2 sono generalmente piattaforme di grandi dimensioni molto customizzate, perchè appartengono ad aziende di dimensioni medie e grandi che necessitano di molti accorgimenti per il proprio business online.
Capita molto spesso di essere contattati da aziende in possesso di e-commerce sviluppati in Magento 2, che richiedono manutenzione ordinaria e/o evolutiva per la propria piattaforma.
In questi casi, la prima attività da svolgere è quella di eseguire un audit, cioè una analisi quanto più precisa possibile del sito.
Tale attività di audit di un e-commerce Magento 2 è necessaria in quanto gli e-commerce in Magento in genere sono provvisti di un notevole numero di personalizzazioni lato codice, e la piattaforma stessa può essere afflitta da una serie di problematiche che si sono accumulate negli anni.
Vediamo di seguito almeno nelle linee generali in cosa consiste l’attività di audit su di un sito in Magento 2.

Tale attività occupa generalmente 1/2 giorni lavorativi e consiste in una analisi dell’e-commerce che non si conosce ed è stato sviluppato da qualcun altro, e termina con una relazione scritta che sarà consegnata al cliente.
Con tale relazione scritta il cliente può anche recarsi presso altri sviluppatori per l’esecuzione delle attività che ritiene necessarie.

Attività di audit di un e-commerce Magento 2

  1. Consegna della documentazione sul sito da analizzare. La presenza di documentazione può ridurre notevolmente il carico di lavoro richiesto per l’attività di analisi del sito. Purtroppo è praticamente impossibile che il proprietario della piattaforma ne sia in possesso. Noi della Do Agency rilasciamo sempre una documentazione al termine dei nostri sviluppi.
  2. Analisi delle caratteristiche del server per verificare l’adeguatezza della macchina.
  3. Verifica dello stato della cartella vendor. La cartella vendor è il core di Magento e non dovrebbe mai essere modificato direttamente ma sovrascritto tramite moduli esterni.
  4. Controllo del log degli errori.
  5. Analisi dello stato e delle versioni del tema e dei plugin installati, con verifica della presenza di eventuali aggiornamenti rilasciati dalle relativi aziende di sviluppo.
  6. Controllo di eventuali plugin installati ma non utilizzati.
  7. Verifiche lato frontend.
  8. Test delle performance della piattaforma.
  9. Analisi dei cronjob e della relativa tabella a database.

Ovviamente tale analisi non è esaustiva perchè le piattaforme Magento sono molto complesse lato codice e sono costituite da decine di plugin anche nativi. L’audit però è necessario per avere quanto meno un quadro della situazione della piattaforma, prima di iniziare qualsiasi attività manutentiva ed evolutiva.
Al termine dell’audit viene esposto un riassunto dello stato della piattaforma e alcuni consigli su quali debbano essere le attività da intraprendere qualora ve ne fosse bisogno.

CONCLUSIONI

Se vuoi approfondire un nostri servizi su Magento per scoprirli tutti, oltre all’attività di audit di un e-commerce Magento 2, puoi visitare la nostra pagina dedicata a questo link.

DOCUMENTAZIONE MAGENTO
https://devdocs.magento.com

RedazioneBy RedazioneAprile 19, 2021