Blockhain

Blockchain: Introduzione

Stefano MeloniBy Stefano MeloniAprile 13, 20214 Minuti

In questo articolo vedremo una breve Introduzione alla blockchain e ai suoi concetti principali.
I dati presenti su siti web, ecommerce, software aziendali e software delle PA, come ad esempio nomi, email ed iban, sono generalmente depositati presso singoli server. Tali dati molto spesso, sono duplicati su altri server per ragioni di sicurezza (backup).

I sistemi distribuiti DLT (distributed ledger technology), sono quei sistemi alternativi di conservazione dei dati che prevedono una decentralizzazione delle informazioni depositate.
Tra i DLT sta prendendo sempre più piede l’uso della blockchain.

La blockchain non prevede che i dati siano conservati su un singolo server centrale, ma su una moltitudine di computer che si trovano in luoghi diversi.

Più precisamente, ogni computer è in possesso di tutti i dati da conservare, pertanto abbiamo una duplicazione massiva dell’informazione.

Proprio come può apparire al lettore, tale metodologia di conservazione dei dati è altamente inefficiente visto che prevede la medesima informazione ripetuta più volte, ma tale sistema porta con sé una serie di vantaggi.

Disintermediazione

Nessun intermediario che controlla, verifica e a cui pagare commissioni.

Elevata sicurezza

Il sistema decentralizzato rende il sistema di conservazione dei dati estremamente sicuro.

Trasparenza

Ogni singola informazione presente sulla blockchain è visibile a tutti. Ad esempio sul sito Blockchain.com.

Immutabilità dei dati

Non vi è modo di modificare o cancellare le informazioni presenti sulla blockchain.

Automazione dei trasferimenti

E' possibile far eseguire determinate azioni al verificarsi di altre.

CARATTERISTICHE BASE

Tra le caratteristiche base della blockchain più rivoluzionarie ve ne sono due, cioè la decentralizzazione e la scarsità dell’informazione.

DECENTRALIZZAZIONE

Il sistema decentralizzato della blockchain, non prevede un unico server su cui sono conservati i dati. Al contrario, la blockchain, permette che non vi sia un ente centrale che regola, decide ed impone. Ogni singolo nodo della rete, quindi ogni singolo computer degli utenti, è di per sé l’intero sistema e conserva l’intero registro della blockchain, cioè tutte le informazioni.

SCARSITA’ DELL’INFORMAZIONE

Prima della blockchain l’informazione informatica era potenzialmente infinita perchè duplicabile. Le informazioni informatiche, come ad esempio, immagini, video e stringhe di testo, potevano essere duplicate con un costo tendente allo zero.
La blockchain riesce a rendere l’informazione non duplicabile e ad identificare l’informazione originale, nonchè a distinguerla dalle copie.

Queste due caratteristiche principali della blockchain modificano in maniera sostanziale l’utilizzo e le potenzialità della rete internet, andando così ad impattare sulla società e sull’economia.

 

BLOCKCHAIN 2.0

Inizialmente la blockchain al momento della sua nascita nel 2009, è stata utilizzata per il Bitcoin e successivamente per l’utilizzo delle altre critpo valute nate di lì a poco, grazie alla sua caratteristica di poter creare informazioni non duplicabili e quindi valore, da poter spostare e fungere da moneta virtuale.
Successivamente però, alcune blockchain hanno ampliato le proprie funzioni introducendo la possibilità di erogare altri servizi.
E’ il caso degli smart contract e degli NFT che vedremo in un articolo successivo.
Queste due funzioni della blockchain, molto probabilmente impatteranno pesantemente nel settore finanziario, assicurativo ed economico in generale, grazie alle loro caratteristiche di disintermediazione, automazione, trasparenza e sicurezza.

 

In seguito a questo articolo di introduzione alla blockchain, ne seguiranno altri. Rimanete aggiornati!
Se vuoi contattaci a questa paginaContatti per maggiori informazioni.